Monforte Contemporanea 2017

La parola scelta per la prima edizione di Monforte Contemporanea è Direzione.

10 opere di artisti nazionali ed internazionali legati al nostro presente (e accomunati dal filo dettato della direzione) riempiranno gli stretti vicoli del centro storico direzionando gli ohhhhh e arghhhh e mmmmm…? di visitatori stupiti, interdetti o semplicemente indifferenti di fronte a quello che vuole essere un manifesto di arte pubblica.

(In)direttamente, invitiamo chiunque: cultori dell’arte oppure semplici avventori per una mostra a cielo aperto dove il contemporaneo si scopre dietro l’angolo di una casa diroccata, sopra un muretto fresco di stucco o in improbabili apparizioni dirette a chi una direzione cerca.

La direzione della manifestazione si riserva il diritto di essere aperta, a senso unico e multilaterale. Ai visitatori, un’unica indicazione utile: una mappa, un modo per aiutare a direzionarsi oppure a perdersi per seguire il proprio istinto come unica direzione.

Ma in quale direzione stiamo andando?
La direzione non risponde.

Monforte d’Alba | 23 settembre – 11 novembre
Admission free

Artisti in mostra: Ronald Ventura, Sacha Sosno, Carlo D’oria, Jelena Vasiljev, Luca Pozzi, Simone Benedetto, Fabio Viale.

Opening 23 settembre ore 17.30
Live Music ore 21  con Alberto Visconti (L’Orage) + Oggitani

Le Stanze Segrete di S.

LE STANZE SEGRETE DI S. è un’ esperienza sensoriale che a partire da un racconto esistente, vuole portare lo spettatore (definito in questo caso Ospite) a creare il proprio percorso mentale, mentre le figure ed i personaggi si rivelano man a mano sotto i suoi occhi.

L’idea è far entrare gli Ospiti all’interno di un libro illustrato, sottolineando sensazioni, sentimenti e passaggi narrativi tramite luci, suoni, odori, immagini.

In questo modo può capitare che più Ospiti diano la stessa interpretazione della storia o al contrario ne creino una personale, anche molto distante dal testo originale. Lo scopo finale è restituire le sensazioni che scaturiscono da una storia.

I racconti delle Stanze sono scelti in base a diversi criteri, come ad esempio, l’attinenza con lo spazio, i temi trattati, il tipo di pubblico ( ad esempio, nel caso di festival tematici) e non ultimo, l’interesse personale degli Autori.

Le performance non prevedono testo. Nelle Stanze possono entrare Ospiti di diverse nazionalità, senza barriere linguistiche.

Ogni Stanza è un lavoro site specific, studiato ed opportunamente modellato per lo spazio in cui viene installato, utilizzando le risorse (e/o storie) locali con eventuali collaborazione in loco. Ogni Stanza è perciò da ritenersi unica. Tuttavia, è possibile replicare alcune Stanze già realizzate in spazi diversi, adattando il lavoro e modificando l’installazione.

DSC_4271 2DSC_4276DSC_4401DSC_5200

Hello world!

Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!